Presentazione

I biosimilari sono oramai una realtà consacrata in oncologia che coniuga sostenibilità economica del sistema e necessità di continuare ad offrire ai pazienti i trattamenti migliori che hanno dimostrato un significativo miglioramento della cura. Ciò nonostante i biosimilari sono circondati da un alone di diffidenza da parte dei pazienti, ma anche di molti medici e spesso si ignorano i percorsi che hanno portato alla approvazione i nuovi farmaci e alla estrapolazione delle indicazioni. Si rende necessario dedicare un evento formativo alla chiarificazione degli aspetti che portano alla costituzione di un farmaco biosimilare, alla sua approvazione in una o più indicazioni per superare la diffidenza verso terapie spesso considerate a basso costo ma anche di dubbia efficacia. In particolare si focalizzerà sul percorso approvativo del biosimilare del Bevacizumab e delle sue indicazioni nel trattamento del carcinoma ovarico di nuova diagnosi e recidivato.

I biosimilari nel trattamento del carcinoma ovarico