Lo studio monarchE: abemaciclib nel carcinoma mammario HR+ HER2- precoce

I risultati della fase 3 del trial “monarchE” dimostrano che, nelle pazienti con tumore mammario HR+/HER2- con linfonodi positivi ad alto rischio di recidiva, l’aggiunta dell’inibitore di cicline abemaciclib alla terapia ormonale adiuvante è associata a una riduzione del rischio di sviluppare una malattia invasiva rispetto a chi effettua la sola terapia endocrina. Michelino De Laurentiis insieme a Paolo Bruzzi analizzano in maniera dettagliata i risultati di questo studio, sia da un punto di vista clinico e sia metodologico.

KEYTRIALS ONCOLOGIA