NOTA! Questo sito utilizza i cookie e tecnologie simili.

Se non si modificano le impostazioni del browser, l'utente accetta. Per saperne di piu'

Approvo
 

Struttura

Accademia Nazionale di Medicina è strutturata in Sezioni Specialistiche che promuovono attività coerenti con le finalità previste dallo statuto e nell’ambito dello specifico settore indicato dalla denominazione. Ne sono membri qualificati esperti scientifici, con il ruolo di soci ordinari e aggregati.

Le Sezioni corrispondono alle specializzazioni mediche riconosciute dall’Unione europea e dal MIUR o a settori multidisciplinari e metodologici.

  • Organi
  • Assemblea
  • Comitato Direttivo
  • Comitato Scientifico
  • Sezioni

Assemblea degli Associati

Comitato Direttivo

Presidente

 Direttore Generale

Comitato Scientifico

Collegio dei Sindaci

Comitato dei Garanti

L'Assemblea degli Associati:

Nomina il Comitato Direttivo

Delibera sul bilancio annuale, sulle modifiche di Statuto, sullo scioglimento dell'Associazione e su ogni altro argomento su richiesta del Comitato Direttivo.

Nomina il Collegio dei Sindaci, il Comitato dei Garanti, il o i liquidatori

È costituita da:

Soci fondatori

Soci istituzionali

Soci ordinari

Svolge funzione direzionale, programmatica ed amministrativa; è composto da 7 membri scelti tra i soci fondatori e ordinari.

Mario Piccoli - Presidente

Stefania Ledda - Direttore Generale

Valerio Alberti

Gabriella Allavena

Paolo Pronzato

Andrea Vannucci

Costituisce l'organo di consulenza scientifica dell'Accademia. È composto da:

Direttore scientifico

Membri del Comitato Direttivo

Soci ordinari delle Sezioni Specialistiche

Ogni Sezione specialistica è rappresentata da:

  • soci ordinari sino ad un massimo di cinque
  • soci aggregati, e precisamente:
    • i delegati delle Società Scientifiche di settore più rappresentative
    • un rappresentante del settore di afferenza nell’ambito universitario
    • un rappresentante del settore di afferenza nell’ambito ospedaliero

Le Sezioni non corrispondenti a specializzazioni definite dalla normativa della Unione Europea, potranno configurarsi e strutturarsi con normativa specifica, da sottoporre ad approvazione del Comitato Direttivo.

Area riservata